Archive for ‘a – News ed Articoli’

agosto 9, 2016

40 patenti della bicicletta per i bambini di Sant’Agata di Puglia

Gimkana

Gimkana


L’associazione Mamme Sant’Agatesi in collaborazione coi Cicloamici della FIAB Foggia ha tenuto nel finesettimana dal 5 al 7 agosto un corso di educazione stradale all’uso della bicicletta a Sant’Agata di Puglia sui Monti Dauni. Il corso, rivolto a una quarantina di ragazzi dai 4 ai 10 anni, provenienti da Sant’Agata e non solo, si è articolato in un’introduzione teorica e molta pratica con una gimkana didattica, cioè un percorso con prove di abilità e di osservanza delle regole di circolazione. Tutti i bambini e le bambine hanno superato brillantemente l’esame festeggiando con una biciclettata finale per le vie del borgo accompagnati dalla protezione civile e dagli adulti, con finale sul belvedere di Piazza XX settembre dove hanno trovato una dolce sorpresa offerta dal biscottificio Doemi e si è svolta simbolicamente la consegna della “patente della bicicletta”.
bici santagata2

Annunci
dicembre 7, 2012

domenica ecologica il 9 dicembre con la consueta passeggiata cittadina in bicicletta

domenica 9 dicembre torna la domenica ecologica istituita ogni seconda domenica del mese dall’assessorato all’ambiente del comune di foggia. con essa torna anche il nostro impegno nell’organizzare la consueta passeggiata cittadina in bici.

la passeggiata interesserà, oltre alle vie del centro, anche una parte della periferia di foggia ed in particolare il rione martucci ed la prima parte del tratturo castiglione, che con un’adeguata valorizzazione protrebbe divenire per per cicloturisti e camminatori un’importante viaverde (greenway) verso manfredonia ed il gargano.

appuntamento alle 10.30 davanti al teatro giordano con ritorno previsto per le 13.00.

partecipate numerosi, ovviamente in bici.

antonio


Associazione di Volontariato Cicloamici Foggia FIAB – ONLUS
www.cicloamici.it/foggia
cicloamicifoggia@gmail.com
cell. 348/8822041

settembre 21, 2012

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile con gli amici dell’ANTA

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile con gli amici dell’ANTA

Nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, soci e simpatizzanti dell’Associazione di Volontariato Cicloamici Foggia FIAB saranno presenti sabato 22 settembre, a partire dalle 18.00, nell’isola pedonale di Corso Vittorio Emanuele presso il gazebo dell’Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente (ANTA). Nell’occasione i Cicloamici sensibilizzeranno i cittadini ad un maggior uso della bicicletta ed in particolare del bike-sharing, sistema attivo da quasi un anno anche a Foggia.

Nell’occasione, per mostrare la facilità e comodità dell’utilizzo del sistema, i Cicloamici organizzeranno visite alla postazione di bike-sharing più prossima all’isola pedonale, ovvero quella del parcheggio Ginnetto.

Sempre sabato, alle ore 11.30, i Cicloamici saranno presenti al convegno organizzato dall’ANTA presso la Biblioteca Provinciale, ove si parlerà anche di mobilità sostenibile a Foggia.

Si allega locandina manifestazione 22 settembre–

 

 locandina manifestazione 22 sett

luglio 13, 2012

Riapertura Strada delle Saline: ancora dimenticati Codice della Strada e cicloturismo

COMUNICATO STAMPA

 Riapertura Strada delle Saline: ancora dimenticati Codice della Strada e cicloturismo

 “Gli enti proprietari delle strade provvedono altresì, in caso di manutenzione straordinaria della sede stradale, a realizzare percorsi ciclabili adiacenti […] salvo comprovati problemi di sicurezza”. Questo recita il comma 2-bis dell’Art. 14 del Codice della Strada. Una norma sistematicamente disattesa dalla Provincia di Foggia e dai Comuni della Capitanata che, lamentando gli scarsi finanziamenti, ritengono la mobilità sostenibile un lusso improponibile.

Questo è il caso della S.P. 21 (Pedegarganica), nel tratto tra Apricena e Manfredonia, e del tratto di S.P. 141 tra Manfredonia e Zapponeta, che sarà appunto inaugurato sabato 14 luglio.

L’esiguità dei finanziamenti destinati alla manutenzione delle strade della Capitanata è sicuramente una realtà, ma c’è un problema di metodo. Un amministratore che guardi al futuro pianificherebbe ugualmente le infrastrutture per la mobilità lenta chiedendo alla Regione ed al Ministero competente i finanziamenti necessari per realizzarle. Almeno ci proverebbe. L’amministratore non lungimirante si nasconde dietro l’esiguità del finanziamento disponibile per realizzare solo lo stretto indispensabile alla mobilità motorizzata, scaricando sulle generazioni future infrastrutture obsolete, pericolose e penalizzanti in chiave di sviluppo turistico ed economico.

L’Europa ha pianificato, con il nome di Euro-Velo, una rete di greenways per collegare i vari stati membri. In Italia Euro-Velo diventa Bicitalia, con ben 17 ciclovie, di cui 3 attraversanti la Capitanata. Tutti percorsi che solo nella nostra provincia rischiano di rimanere sulla carta, perché proprio le strade interessate da questa progettualità stanno subendo manutenzioni straordinarie che non tengono conto del succitato articolo del codice della strada e di quanto pianificato a livello nazionale ed europeo.

Per esempio, proprio il tratto Manfredonia-Zapponeta, considerata la sua pericolosità per la mobilità ciclistica, persino accentuata dai recenti lavori, sarà infatti escluso dai percorsi di Bicitalia, a favore della più interna ed anonima S.P. 60, che taglierà dunque fuori tutte le più importanti mete turistiche e strutture ricettive del litorale sipontino. Facendo magari preferire al cicloturista l’uso del treno per bypassare il nostro territorio.

Come già accaduto con il bike-sharing, le numerose richieste di incontro indirizzate dai Cicloamici di Foggia al presidente della Provincia Antonio Pepe rimangono senza risposta, così come una richiesta di accesso agli atti, da tempo protocollata e richiedente l’elenco delle strade provinciali oggetto di manutenzione straordinaria, giace inaccolta nonostante l’obbligo di legge di consentirne l’accesso entro 30 giorni.

L’Associazione di volontariato Cicloamici Foggia FIAB fa appello alle amministrazioni comunali di Apricena e Zapponeta, guidate da giovani sindaci, affinché si facciano portavoce di una nuova idea di mobilità nella Capitanata. Una mobilità fondata sull’intermodalità auto-treno-bici e sulla moderazione delle velocità, che rendono le strade non solo più sicure per i ciclisti e per gli stessi automobilisti, ma anche una buona occasione per lo sviluppo di un turismo sostenibile, già in forte espansione in tutt’Europa.

Si allega il link ad uno speciale sulla crescita del  cicloturismo in Italia, pubblicato sull’home page di La Repubblica:

http://www.repubblica.it/static/speciali/estate/bicicletta/2012/index.html?ref=HREC2-2

Foggia, 13/07/2012

 

giugno 21, 2012

Il progetto bike-sharing a rischio di fallimento. I Cicloamici di Foggia denunciano l’immobilismo e la scarsa trasparenza della Provincia


Era il 12 dicembre del 2011 quando, con vari anni di ritardo e nel pieno dell’inverno, la Provincia di Foggia inaugurò in pompa magna il servizio di bike-sharing con 100 bici-blu dislocate in varie parti della città. Nel finanziamento di 833.000 euro erogato dalla Regione Puglia, utile per attivare varie iniziative tra cui anche il bike-sharing a Foggia, Manfredonia e Vieste, erano inoltre previsti anche i costi necessari per la informazione e la sensibilizzazione della cittadinanza e la manutenzione per due anni di tutte le bici. Cose mai realizzate considerato che pochissimi sanno come funziona realmente il sistema, credendo piuttosto alle varie leggende metropolitane diffuse anche via web, e quasi la metà delle biciclette è inutilizzabile perché da sempre prive di una qualunque manutenzione e spesso vandalizzate. L’ufficio Ambiente della Provincia si dice da tempo impegnato nell’affidamento del servizio di manutenzione, ma tutte le ditte che ha interpellato a gennaio dicono di non essere più state ricontattate da allora.

Eppure sempre più gente sta usando le bici blu, pur malandate dall’assenza di manutenzione, infatti ogni mattina tutte le 8 bici posizionate vicino al parcheggio Ginnetto vengono regolarmente prelevate, lo stesso dicasi per quelle vicino alla Stazione Ferroviaria ed in Piazza Giovanni Panunzio; del tutto inutilizzabili sono invece tutte quelle poste in prossimità del muncipio, del CEP ed di Piazzale Italia.

Di fronte a questa situazione ormai insostenibile, l’Associazione Cicloamici Foggia FIAB prima informalmente, e poi formalmente con posta certificata, il 9 febbraio ha richiesto un incontro con l’Assessore all’Ambente alla presenza del suo Dirigente. La medesima richiesta è stata sollecitata sempre in via ufficiale il 21 marzo ed il 5 aprile, sempre senza alcun riscontro. Anche una richiesta di accesso agli atti, per capire come sono stati dunque spesi gli 833.000 euro, giace abbandonata su qualche scrivania nonostante la legge imponga alle amministrazioni di consentire l’accesso entro 30 giorni, purtroppo abbondantemente trascorsi. Nulla di fatto anche per una successiva richiesta di incontro con il Presidente Pepe.

Tutte dimostrazioni che il Presidente della Provincia, l’Assessore all’Ambiente ed il Dirigente dell’ufficio Ambiente non hanno per nulla a cuore il futuro del bike-sharing a Foggia e non intendono dar conto del loro operato; l’unica loro preoccupazione è evidentemente stata quella di spendere, più male che bene, gli 833.000 euro di denaro pubblico.

Ennesima testimonianza di questo scarso interesse verso il bike-sharing foggiano è la recente approvazione, da parte della Provincia, del Piano per l’Ambiente, anche questo elaborato senza la minima partecipazione delle associazione e dei portatori di interesse “generale”. Un piano che anziché prevedere il potenziamento del sistema di bike-sharing a Foggia, non destina alcun fondo allo stesso, concentrandosi piuttosto su altre fantasiose e discutibili iniziative. Con tutte queste pessime premesse, il progetto di bike-sharing in Capitanata rischia di fallire, apprestandosi a diventare l’ennesimo sperpero di denaro pubblico e dunque esempio di cattiva amministrazione. L’Associazione di volontariato Cicloamici Foggia FIAB chiede ancora, questa volta a mezzo stampa, di essere urgentemente convocata dal Presidente della Provincia e si rende disponibile a fornire ogni ulteriore informazione a quanti volessero approfondire la conoscenza della questione.

giugno 14, 2012

Maggior tutela per chi usa la bici per andare a lavoro


FIAB, ECF e #SALVACICLISTI insieme il 14 giugno alle ore 12 per affollare la rete di messaggi che chiedere a Monti di accelerare l’approvazione della legge che tutela chi usa la bicicletta per recarsi a lavoro.

Ecco il comunicato che tutti possono diffondere su Facebook, twitter ed i propri contatti e.mail

Più tutela per chi va al lavoro in bicicletta
Richiesta di modifica della legge sull’infortunio in itinere

Con una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio Mario Monti, al Ministro Elsa Fornero e ai Presidenti di Camera e Senato i ciclisti italiani chiedono a gran voce nuove tutele per chi si muove in bicicletta.
A distanza di cinque anni dalla proposta di legge sull’infortunio in itinere, la FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) riprova a chiedere al Governo e al Parlamento in carica, la piena tutela dei lavoratori che si recano al lavoro in bicicletta.
Lo fa assieme a due illustri compagni di strada: ECF La Federazione Europea dei ciclisti e il movimento #salvaiciclisti nato quest’inverno e cresciuto nel corso dei mesi fino a portare a Roma il 28 aprile scorso 50.000 ciclisti.

<<Abbiamo molto apprezzato la nota con cui Lei il 14 maggio scorso ha dato sostegno alle istanze della campagna #salvaiciclisti – si legge nella lettera – sottolineando i vantaggi economici derivanti dall’uso della bicicletta in ambito urbano e definendo la bicicletta come “mezzo di trasporto ‘intelligente’, sia dal punto di vista dell’impatto ambientale, sia a livello economico, dato che riduce sensibilmente i costi legati alla mobilità urbana, sia, aspetto non meno rilevante, per la salute degli individui.”
Infatti, in questo periodo di crisi economica, per ridurre i costi derivanti dalla mobilità, molte persone fanno sempre più ricorso all’uso della bici, anche per andare al lavoro.
Purtroppo nel nostro Paese coloro che decidono di utilizzare la bici per recarsi al lavoro, si trovano a confrontarsi con una legislazione che, non solo non incentiva, ma addirittura penalizza chi utilizza questo mezzo di trasporto.>>

Per la legge italiana la copertura assicurativa per i percorsi casa-lavoro non comprende l’uso del mezzo privato, a meno che non “sia necessitato (es: inesistenza di mezzi pubblici che colleghino l’abitazione del lavoratore al luogo di lavoro; incongruenza degli orari dei servizi pubblici con quelli lavorativi; distanza minima del percorso tale da poter essere percorsa a piedi).
La legge non distingue però tra moto, auto o bicicletta e questo riteniamo sia un danno arrecato non ai ciclisti ma alla mobilità sostenibile così necessaria alla nostre città.

La FIAB chiede perciò di equiparare, dal punto di vista assicurativo, gli spostamenti in bici a quelli fatti a piedi o con il mezzo pubblico, per incentivare così l’uso delle due ruote. Un maggior uso delle biciclette determinerebbe un risparmio, anche dal punto di vista assicurativo, perché chi usa la bici è infinitamente meno pericoloso di chi usa l’auto e si ridurrebbe proporzionalmente il numero e la gravità degli incidenti che accadono nele nostre strade. Inoltre, chi pratica un normale esercizio fisico quotidiano, è generalmente più in salute e perde meno giornate lavorative rispetto a chi si muove sempre in auto.
Afferma il Presidente della FIAB Antonio Dalla Venezia “La campagna è frutto di una collaborazione tra FIAB, ECF e il movimento #salvaiclisti, ma è a disposizione tutti coloro che la condividono  e che lavorano in favore di un maggior uso della bicicletta. Sono convinto che la campagna sarà appoggiata dai cittadini, ma anche dalle associazioni, dagli amministratori comunali e degli enti locali, da parlamentari, dai professionisti, dai mobility manager e da chi ha a cuore la vivibilità e la sicurezza nelle nostre città”.

Il baricentro della campagna è il sito www.bici-initinere.info da cui ognuno può inviare a suo nome la lettera a Monti, Fornero, Fini e Schifani con pochi semplici click.
Il sito contiene tutti i materiali a disposizione dei cittadini che intendono chiedere ai loro comuni di condividere la richiesta. Tra i materiali liberamente utilizzabili troviamo documentazione, spot radio e video per i media, anche in alta definizione, un video rivolto ai sindaci,  testimonianze di chi ha avuto incidenti in bici non riconosciuti dall’INAIL come “In itinere”e altre testimonianze illustri.
C’è anche uno spazio in cui le associazioni locali faranno conoscere le loro attività per la campagna e si potranno ascoltare interviste ed esperienze.

L’indirizzo mail della campagna è redazione@bici-initinere.info
Per informazioni sulla campagna: Giulietta Pagliaccio 335-5476520

Milano, 14-06-2012

Lettera al Presidente del Consiglio

Egregio Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, Prof. Mario Monti,
Abbiamo molto apprezzato la nota con cui Lei il 14 maggio scorso ha dato sostegno alle istanze della campagna #salvaiciclisti sottolineando i vantaggi economici derivanti dall’uso della bicicletta in ambito urbano e definendo la bicicletta come “mezzo di trasporto “intelligente”, sia dal punto di vista dell’impatto ambientale, sia a livello economico, dato che riduce sensibilmente i costi legati alla mobilità urbana, sia, aspetto non meno rilevante, per la salute degli individui.”
Infatti, in questo periodo di crisi economica, per ridurre i costi derivanti dalla mobilità, molte persone fanno sempre più ricorso all’uso della bici, anche per andare al lavoro.
Purtroppo nel nostro Paese coloro che decidono di utilizzare la bici per recarsi al lavoro, si trovano a confrontarsi con una legislazione che, non solo non incentiva, ma addirittura penalizza chi utilizza questo mezzo di trasporto. In Italia, in caso di sinistro durante il percorso casa-lavoro effettuato in bicicletta, l’INAIL riconosce al lavoratore lo status di “infortunio in itinere” “purché avvenga su piste ciclabili o su strade protette; in caso contrario, quando ci si immette in strade aperte al traffico bisognerà verificare se l’utilizzo era davvero necessario” [nota INAIL].
Mentre nel resto d’Europa l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto per recarsi al lavoro è sistematicamente incentivato e promosso, in Italia il lavoratore che decide di spostarsi senza inquinare e senza creare traffico, non solo non riceve alcun incentivo, ma deve farlo a proprio rischio e pericolo e senza tutele.
Allo scopo di mettere fine a questo anacronismo è in corso una campagna promossa dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB) che chiede la modifica dell’art. 12 del D.Lgs. 38/2000 e di aggiungere al testo attuale la frase: “L’uso della bicicletta è comunque coperto da assicurazione, anche nel caso di percorsi brevi o di possibile utilizzo del mezzo pubblico”, esattamente come previsto per il lavoratore che si reca al lavoro a piedi.
La proposta della FIAB ha già raccolto oltre diecimila firme e ricevuto parere favorevole da parte di ben tre Regioni, tre Province e sedici Comuni tra cui Milano, Bologna e Venezia che ravvisano grande imbarazzo nel chiedere ai concittadini e ai propri dipendenti di usare la bicicletta senza poter garantire nel contempo adeguate tutele.
Con la presente chiediamo a Lei, al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e ai Presidenti di Camera e Senato di voler intervenire al più presto per porre fine a questa discriminazione che non ha eguali in Europa e di accogliere questa proposta di modifica legislativa.
Per ulteriori informazioni sul tema dell’infortunio in itinere per il pendolare in bicicletta, Le segnaliamo il sito internetwww.bici-initinere.info che è stato predisposto allo scopo di diffondere consapevolezza rispetto a questa campagna.
Confidando in una sua pronta risposta e auspicandoci condivisione nel merito,
cogliamo l’occasione per salutarla cordialmente
————————–
Se anche tu ritieni che chi si reca al lavoro in bicicletta non debba essere vittima di discriminazioni invia questa lettera direttamente al Presidente del Consiglio, al Ministro competente e ai Presidenti di Camera e Senato:e.olivi@governo.itgabinettoministro@mailcert.lavoro.gov.itfini_g@camera.itschifani_r@posta.senato.it.
Inoltre puoi contribuire alla diffusione di questa iniziativa attraverso il tuo blog, il tuo sito internet oppure attraverso il tuo account di Facebook o di Twitter.

==^=============================================================
FIAB – FEDERAZIONE  ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA onlus
Presidente e Segreteria: Via Col di Lana, 9/a – 30170 Mestre  (VE)tel./fax 041-921515
Direttore e amministrazione: Via Borsieri, 4/E – 20159 Milano tel. 02-60737994   fax 02-69311624
e-mail: info@fiab-onlus.it – Internet: http://www.fiab-onlus.it

maggio 6, 2012

il 13 maggio tutti in bici con Bimbimbici

Appuntamento alle ore 10.00 in piazza Cesare Battisti (davanti al Teatro Giordano). Bimbimbici è una manifestazione nazionale promossa dalla FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) tesa a promuovere la mobilità sostenibile e a diffondere l’uso della bicicletta tra i giovani e giovanissimi. La manifestazione si concretizza in una allegra pedalata in sicurezza lungo le vie cittadine e si svolge ogni anno nel mese di maggio (quest’anno il 13 maggio) ed è rivolta principalmente a bambini, ma è aperta anche ai loro genitori e più in generale a tutti i cittadini. L’evento è una vera e propria occasione di festa e di rivincita per tutti quegli utenti deboli delle strade che vivono quotidianamente la città come luogo riservato ad utenti forti (in primo luogo gli automobilisti). L’Associazione di Volontariato e ONLUS Cicloamici Foggia FIAB organizzerà, con il Patrocinio del Comune di Foggia ed in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente e la Protezione Civile, l’evento Bimbimbici il prossimo 13 maggio 2012. www.bimbimbici.it

ore 10.30 – corteo per le vie della città

ore 12.00 – prove di destrezza ed abilità tra birilli e pedalate sul monociclo merenda e gadget per tutti i bambini.

volantino

aprile 30, 2012

#Salvaiciclisti: successo anche a Foggia ed in più consigli per gli automobilisti

Iniziata subito dopo il termine della straordinaria manifestazione nazionale di Roma, nel tardo pomeriggio di sabato 28 aprile si è tenuta a Foggia un’analoga iniziativa, promossa dall’Associazione Cicloamici Foggia FIAB e partecipata da oltre 70 persone in bicicletta tra cui anche attivisti del Link e degli Amici della Domenica.

read more »

aprile 26, 2012

La Campagna #salvaiciclisti il 28 aprile anche a Foggia come a Roma e a Londra

“Voglio liberarmi dal traffico

voglio smettere di essere ostaggio del prezzo della benzina

voglio sentirmi libero di vivere la città

voglio vedere la gioia dei miei figli mentre giocano in strada

voglio più spazio per vivere

voglio città a misura di bicicletta

io il 28 aprile ci sarò.”

(dall’Appello per la manifestazione nazionale del 28 aprile a Roma)

 

Mentre il 28 aprile alcuni rappresentanti dell’Associazione Cicloamici Foggia FIAB saranno a Roma per portare il sostegno foggiano all’evento nazionale #salvaiciclisti, gli altri soci ed attivisti si danno e danno a tutti appuntamento in bici alle ore 18 dello stesso giorno, davanti alla Villa Comunale di Foggia. 

read more »

aprile 17, 2012

Domenica Ecologica pedalando tra le architetture del ventennio e lo stato di abbandono

15-4-2012: “Domenica ecologica alla scoperta delle architetture del ventennio con l’Ass.Alt. Arte”

Una mattinata soleggiata ha accolto soci e simpatizzanti delle associazioni Alternativa Arte e Cicloamici Foggia Fiab durante la consueta biciclettata organizzata per la Domenica ecologica, dedicata il 15 aprile alla scoperta delle architetture del Ventennio a Foggia.

La passeggiata, guidata dalla dottoressa Isabella Di Cicco, ha fatto sosta nei pressi di edifici, monumenti e chiese che ben rappresentano gli stili architettonici di quel periodo storico. Tra questi, il Palazzo del Podestà (ora Palazzo di Città), del Governo, dell’Acquedotto Pugliese, degli Uffici Statali, il Palazzo degli Studi e quello dell’Opera Nazionale Combattenti, il Monumento ai Caduti e, come ultime tappe, l’Istituto di Incremento Ippico e la Chiesa di San Michele. Durante la passeggiata si sono inoltre raccolti fondi, circa 120 euro, da destinare alla Ong World Bicycle Relief, che ha sinora distribuito più di 23 mila biciclette in Africa, nell’ottica di uno sviluppo ecosostenibile.

La visita guidata alle architetture del Ventennio proseguirà, sempre in bici, domenica 22 aprile con la passeggiata a Borgo Segezia, uno dei borghi rurali del periodo più significativi dal punto di vista architettonico e urbanistico.

Se da un lato la passeggiata ha permesso ai partecipanti di conoscere aspetti e di ammirare scorci a volte trascurati della città, dall’altra ha evidenziato cose e luoghi in stato di incuria e degrado. Ad iniziare da Piazza Mercato, dove il corteo di biciclette ha fatto una sosta per supportare l’iniziativa degli Amici della Domenica, tesa a denunciare lo stato di abbandono in cui versano le strutture lì presenti ed in particolare la Sala multifunzionale. Putrida e con tante cartacce era poi l’acqua che circonda il Monumento ai Caduti in Piazzale Italia. Nella stessa piazza il furto delle grate, che coprono i canaletti di scolo, ha creato situazioni di grande pericolo per i passanti.

Anche diverse biciclette del bike-sharing, soprattutto quelle della postazione adiacente il Municipio, sono divenute ormai inservibili non avendo avuto alcuna manutenzione. A questo riguardo si denuncia l’immobilismo della Provincia di Foggia che, pur avendo disponibili i fondi necessari, non ha ancora attivato il servizio di manutenzione, a tutto danno dei cittadini utilizzatori del bike-sharing e del decoro della città.


cordiali saluti.
antonio dembech – presidente

marzo 3, 2012

Sabato 17 marzo Assemblea annuale dell’Associazione Cicloamici Foggia FIAB

A tutti i Soci

Oggetto: Convocazione Assemblea ordinaria dei Soci dell’Associazione di Volontariato Cicloamici Foggia FIAB (ore 17,30).

Ai sensi degli artt. 10 e 11 dello Statuto, è convocata l’Assemblea ordinaria dei Soci, che si terrà a Foggia nella giornata di sabato 17 marzo 2012, in prima convocazione alle 15.30 ed in seconda convocazione alle 17.30, presso la Sala Convegni della Fondazione “Marchese Filippo De Piccolellis”, in Viale degli Aviatori, 25 (di fronte all’Ipercoop). Ordine del giorno dell’Assemblea (con inizio alle ore 17,30): Analisi delle attività svolte e della vita associativa Approvazione bilancio consuntivo (anno 2011) Approvazione bilancio preventivo (anno 2012) Discussione sul futuro dell’Associazione e varie ed eventuali Votazione e nomina del nuovo Consiglio Direttivo in carica per il triennio 2012-2015. Terminata l’Assemblea soci e simpatizzanti interessati potranno spostarsi in una vicina pizzeria per una cena conviviale. Si informa inoltre che ogni socio, in regola con il versamento della quota annuale del 2011, ha diritto ad un solo voto, indipendentemente dalla quota versata, ed inoltre è ammessa una sola delega per socio. Ove impossibilitati a partecipare, si prega vivamente di delegare, facendo uso del modulo allegato, altro socio. Cordiali saluti.

Il Presidente
Antonio Dembech

convocazione assemblea 2012

D_E_L_E_G_A

febbraio 22, 2012

domenica 26 febbraio in bici lungo il tratturo foggia – incoronata

domenica 26 febbraio tornano le passeggiate fuoriporta dell’associazione. in particolare si tornerà sull’antico tratturo foggia-ordona-lavello percorrendo il tratto compreso tra foggia ed il torrente cervaro. il raduno dei partecipanti è previsto in piazza cavour, davanti alla villa comunale, alle 9.15 con partenza alle 9.30 e rientro entro le 13.00. il percorso è interamente pianeggiante, su strade parzialmente asfaltate e di lunghezza complessiva è di circa 25 km. si raccomanda pertanto l’uso di biciclette dotate di copertoni non eccessivamente sottili (sconsigliate le bici da corsa) e regolate perfettamente nella pressione dei pneumatici, nell’efficienza dell’impianto frenante e nell’altezza della sella. operazioni che debbono essere fatte, eventualmente dal meccanico di fiducia, obbligatoriamente prima di domenica. si allega alla presente una dispensa con alcune regole che consentono di ridurre al minino lo sforzo della pedalata. si raccomanda inoltre di portare con se una bottiglietta d’acqua, una giacca a vento ed una camera d’aria di scorta, in caso di foratura.

saluti.
antonio


Associazione di Volontariato Cicloamici Foggia FIAB – ONLUS
www.cicloamici.it/foggia
cicloamicifoggia@gmail.com
cell. 348/8822041

Iscriversi ai Cicloamici significa condividere le finalità dell’associazione ed impegnarsi per una città migliore, versare una
quota annuale di 12 euro, godere di una copertura assicurativa di 365 giorni per la responsabilità civile e per gli infortuni relativi a tutti gli eventi organizzati dai Cicloamici.

gennaio 12, 2012

Domenica 15 Cicloamici Foggia e Link Kollettivo insieme per promuovere il bike-sharing a Foggia

Domenica 15, nell’ambito della prima domenica ecologica del 2012 organizzata dall’assessorato all’ambiente del comune di foggia, ci occuperemo di conoscere il bike sharing e promuoverne l’utilizzo.nello specifico organizzeremo una passeggiata in bicicletta lungo un percorso che toccherà le varie postazioni del bike-sharing e la varie rastrelliere recentemente installate in città. l’iniziativa sarà realizzata in collaborazione con l’associazione studentesca link kollettivo e godrà anche dell’adesione del gruppo degli amici della domenica. il ritrovo è previsto alle ore 10.30 in piazza cesare battisti (teatro giordano) con ritorno intorno alle 13. quanti hanno già ottenuto dalla Provincia la chiave per l’utilizzo del bike-sharing sono invitati a partecipare alla passeggiata a bordo della “bici blu” mentre quanti non ancora hanno la possibilità di godere di questo servizio potranno ricevere informazioni e la modulistica necessaria, eventualmente delegando la nostra associazione per la sua consegna ed il ritiro della chiave, nel caso sarà opportuno portare già domenica il bollettino postale, con doppia ricevuta, che attesti il versamento dei 30 euro, a titolo di cauzione, alla tesoreria della provincia di foggia, oltre ad una fotocopia del documento di identità. i dati necessari per compilare il bollettino sono:

C/C postale con doppia ricevuta n. 14085716 intestato a “Provincia di Foggia servizio tesoreria – settore ambiente” dell’importo di 30,00 euro riportante la causale “Cauzione utilizzo sistema bike-sharing Foggia”. 
ulteriori informazioni sono presenti sul nostro sito al seguente link:
si coglie l’occasione inoltre per comunicare che sabato 14, alle ore 10.00 a parco san felice, saranno inaugurati i giochi acquistati grazie al contributo versato dai cittadini in occasione della raccolta fondi “un euro per parco san felice”.
segue il comunicato stampa.

read more »

dicembre 23, 2011

Martedì 27 dicembre in bici al Ghetto Rignano

Come annunciato, martedì 27 dicembre, partirà alle ore 9 da Piazza C. Battisti (Teatro Giordano) un’ iniziativa della nostra Associazione, promossa in collaborazione con padre Arcangelo Maira, scalabriniano da tempo operante con i migranti del cosiddetto Ghetto di Rignano. Raggiungeremo in bicicletta la baraccopoli situata a 15 chilometri da Foggia, dove vivono anche d’inverno centinaia di migranti, quasi tutti africani, impegnati come braccianti agricoli.
L’iniziativa ha luogo nell’anniversario del mortale investimento, sulla statale per Manfredonia, di un immigrato straniero in bicicletta ed intende contribuire alla sicurezza degli ospiti del Ghetto donando loro i giubbini riflettenti previsti dal Codice della Strada per i ciclisti sulle strade extra-urbane nelle ore serali, nonché un opuscolo multilingue con dei semplici suggerimenti per pedalare in sicurezza. Oltre a questi oggetti, in segno di accoglienza, consegneremo loro alcuni panettoni e qualche dolciume. Si chiede pertanto a voi tutti di valutare la possibilità di farvi carico di donarci un giubbino riflettente o un panettone o qualche dolcetto.
Si sottolinea l’importanza dell’iniziativa in un anno a lungo caratterizzato dai massicci sbarchi a Lampedusa di tanti richiedenti asilo ed avviatosi drammaticamente a conclusione con il rogo anti-Rom di Torino e con i senegalesi uccisi a Firenze, la visita vuole fornire ai partecipanti un’occasione di incontro con i migranti che vivono sul nostro territorio, spesso in condizioni di duro sfruttamento, per conoscere un po’ le loro storie e qualcosa dei loro Paesi di provenienza. Vi segnaliamo a tal proposito il video realizzato da FrontieraTv http://www.frontieratv.it/video.asp?id_video=157
Il ritorno è previsto prima delle ore 14. Si raccomanda l’uso di biciclette perfettamente messe a punto, se possibile dotate di marce e camera d’aria di scorta.
E’ utile segnalare per e.mail o al cell. la disponibilità a donare gli oggetti di cui sopra, possibilmente entro il 24, al fine di organizzare l’acquisto della rimanente parte.
Si allegano documenti utili da leggere prima della passeggiata.
Cordiali saluti e tanti carissimi auguri.

Link relativo al Ghetto, inseribile nella mail per la nostra lista:
http://www.frontieratv.it/video.asp?id_video=157Video del Ghetto

dicembre 17, 2011

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul bike-sharing a Foggia

facciamo seguito alle tante richieste di chiarimenti circa l’uso del sistema di bike-sharing recentemente installato a Foggia.

  • Anzitutto bike-sharing vuol dire bici condivisa ovvero che, pur essendo di proprietà pubblica, può essere utilizzata da più persone nel corso della giornata e dei vari giorni dell’anno.
  • Il sistema è stato attivato a Foggia dall’Amministrazione Provinciale godendo di un finanziamento della Regione Puglia. Il solo sistema di Foggia è costato circa 230.000 euro e comprende 100 bici suddivise in 12 postazioni allocate in varie parti della città (i dettagli nel link allegato) e 200 archetti per parcheggiare la bici, privata o condivisa, sempre distribuiti in varie parti della città.
  • Il sistema attivato è totalmente meccanico, cioè se manca la corrente o si rubano i cavi di rame o finiscono i soldi della provincia o il dipendente incaricato presso lo sportello è malato o in ferie o il computer ha preso un virus, il sistema funziona ugualmente. Questo vantaggio ha però l’inconveniente che la bici deve essere presa in una postazione, a partire dalle 7.00 e deve, entro le 23.00 dello stesso giorno, essere riportata nella medesima postazione. Alcuni storceranno il naso per questo ma, dopo aver attentamente valutato i pro ed i contro di tale sistema, come Cicloamici l’abbiamo approvato. Il sistema elettronico, non utilizzato a Foggia, nei casi su riportati si blocca e soprattutto, per poter sostenere i costi di gestione compreso quelli di un furgoncino che ogni sera deve riposizionare le biciclette non riconsegnate nel luogo di prelievo, prevede un costo per ogni ora di utilizzo, come avviene a Bari, Lecce, Roma, Milano ecc..
  • Molti paventano il rischio di furto delle biciclette durante la notte. Il rischio c’è ma è piuttosto ridotto considerato che le biciclette non sono commercializzabili in quanto di forma e caratteristiche tipiche del bike-sharing, compreso un telaio piuttosto robusto, ingranaggi bloccati come lo scorrimento del reggisella (che non può essere sfilata), l’impossibilità di regolare il manubrio, le ruote piene e il notevole peso. Qualche bici e qualche sellino saranno sicuramente rubati o vandalizzati (come accaduto anche per i parchimetri) però il fenomeno dovrebbe cessare nel giro di qualche mese. Le stesse bici sono da 3 anni utilizzate nel bike-sharing a San Severo.
  • Per ottenere la chiave bisogna recarsi dal lunedì al venerdì, purtroppo solo dalle 9 alle 11, ed il martedì dalle 16.30 alle 17.30 in via Telesforo 27 (nuova sede della Provincia) muniti di fotocopia di documento d’identità e bollettino postale di 30 euro pagato (i dati del bollettino con doppia ricevuta sono riportati nel link allegato). Tale costo, l’unico da sostenere per l’uso delle bici, è una cauzione, ovvero è rimborsabile in caso di riconsegna della chiave. Serve soprattutto a evitare che la chiave possa essere persa dal possessore.
  • La chiave consente di sganciare una qualsiasi delle 100 bici installate a Foggia, oltre a quelle installate a San Severo, Vieste, , Manfredonia, Cerignola ed altre 95 città italiane compreso Ferrara, Ravenna, Bologna ecc. (www.centroinbici.it).
  • La chiave, al momento del prelievo rimane bloccata nella rastrelliera e può essere sganciata solo riposizionando la bicicletta. Ciò consente, in caso di mancata riconsegna della bici, di risalire tramite la chiave all’ultimo utilizzatore.
  • La bici, una volta sganciata, può essere utilizzata in tutto il territorio cittadino e può essere legata ove si ritiene opportuno con il cavetto integrato alla bicicletta. Il suo uso garantisce una penale di soli 20 euro in caso di furto della bici, necessaria per avere una nuova chiave. Il furto della bici, senza che questa sia stata legata, comporterà al malcapitato un costo di 260 euro, pari a quello di una bici nuova. La chiave del lucchetto è anch’essa particolare e si sgancia solo a catenaccio chiuso. Ragione per cui si può dimostrare di aver usato il catenaccio, in caso di furto, esibendo la sua chiave. E’ ovviamente richiesta la denuncia di furto presso un organo di Polizia. Per sicurezza suggeriamo di portare con se un ulteriore catenaccio, considerato anche che quello integrato nella bici è piuttosto corto. Non volendosi portare sempre dietro il catenaccio proprio, si può (non si potrebbe) lasciarlo attaccato in prossimità della postazione ove si ritira normalmente la bici.
  • Consiglio, soprattutto i primi tempi, di utilizzare le biciclette condivise anche se si potrebbe farne a meno usando la propria, ciò per far vedere in giro per la città queste bici. Più le utilizzeremo e più la gente si convincerà nell’usarle.
  • Noi Cicloamici dovremmo impegnarci a dare un’occhiata attenta alle rastrelliere ed alle bici condivise che girano per la città per individuare e segnalare eventuali anomalie e malfunzionamenti del sistema.
altre dettagli li trovate nel documento scaricabile a questo link.
non esitate a fare domande in caso di necessità. saluti.
dicembre 3, 2011

Dal Vietnam all’Italia in bicicletta per i diversabili – 6 novembre ore 18.45 a Foggia, incontro con il protagonista

Questo è il tema dell’incontro organizzato dall’Associazione di Volontariato Cicloamici Foggia FIAB martedì 6 dicembre, alle ore 18,45, nella sala convegni gentilmente concessa dalla Fondazione “M.F. De Piccolellis”, in Viale degli Aviatori 25, di fronte all’Ipercoop.
Protagonista dell’evento sarà il manfredoniano Matteo Tricarico che ha compiuto l’impresa sportivo-umanitaria pedalando per circa 23.000 chilometri in due anni; attraversando Cambogia, Laos, Thailandia, Myanmar, Bangladesh, India, Nepal, Emirati Arabi Uniti, Iran, Armenia, Georgia, Turchia e Grecia.

La finalità umanitaria del viaggio, organizzato dall’Associazione Travel for Aid di cui Tricarico è coordinatore dei programmi, consisteva nel sensibilizzare ed informare l’opinione pubblica sul problema dell’infanzia disabile, andando ad incontrare i bambini in istituti per diversabili nei paesi attraversati.  Oltre a visitare le suddette strutture, Matteo Tricarico ha prestato servizio di volontariato impegnandosi direttamente in scuole, orfanotrofi ed in campagne di informazione e sensibilizzazione sull’AIDS/HIV. L’incontro è aperto alla cittadinanza.

novembre 17, 2011

Domenica 20 novembre gita treno+ bici alla Riserva naturale delle Saline di Margherita di Savoia ed in bici al Cra di Foggia

Domenica 20 novembre si terrà la gita treno+bici alla Riserva naturale delle Saline di Margherita di Savoia. La partenza da foggia è prevista alle 9.45 (con ritrovo alle 9.00) dalla stazione ferroviaria, con arrivo a trinitapoli alle 10.20. il ritorno a foggia è previsto alle 15.55, il tutto con la propria bici al seguito. il costo del biglietto è di circa 6 euro a cui i non soci si dovranno aggiungere 2 euro per la copertura assicurativa. il pranzo è al sacco. l’itinerario in bicicletta, di circa 30 km è completamente pianeggiante, ma è comunque opportuno effettuare un controllo generale della bicicletta e portarsi dietro una camera d’aria di scorta, ovviamente della misura adeguata. inoltre, allegato alla presente, troverete un elenco di suggerimenti che consentono di pedalare meglio con minore sforzo. i posti disponibili sono 20 e pertanto è opportuno affrettarsi nel comunicare la propria adesione a cicloamicifoggia@gmail.com (per quanti ancora non l’avessero fatto). sarà opportuno, per chi lo possiede, portare un binocolo per facilitare l’osservazione degli uccelli.

sempre domenica 20, per soddisfare anche coloro che gradiscono fare una passeggiata in bicicletta ritornando entro l’ora di pranzo, è prevista la gita al CRA (Centro di Ricerche per la Cerealicoltura). il percorso in bicicletta è di circa 12 km. l’appuntamento è alle 9.15 (partenza alle 9.30) da P.zza battisti (teatro giordano). anche in questo caso è opportuno comunicare la propria adesione alla gita. il ritorno è previsto alle 13.00..
ottobre 7, 2011

Domenica 9 ottobre ricoloriamo le piste ciclabili

In occasione della Domenica Ecologica del 9 ottobre l’Associazione Cicloamici Foggia FIAB organizza, con ritrovo in bicicletta davanti al Teatro Giordano alle ore 10,45, un’azione dimostrativa consistente nel ripitturare il simbolo riportato sulle piste ciclabili (la bicicletta colorata di giallo) su alcuni tratti del loro sbiadito tracciato cittadino.
L’iniziativa segue quella della Domenica ecologica di settembre, a cui i Cicloamici hanno partecipato con una biciclettata sul tema affine “Liberiamo la piste ciclabili”.  Durante il suo svolgimento si è documentato con foto e video l’occupazione abusiva delle piste da parte di numerose automobili in divieto di sosta e si è richiesto, con numerose telefonate alla Polizia Municipale, un pronto intervento.

read more »

settembre 20, 2011

Domenica 25 passeggiata in bici ad Ordona e visita dell’area archeologica Herdonia

Domenica 25, in collaborazione con la Pro-Loco di Ordona, l’Unione Cuochi del Mediterraneo (UCM) e l’Associazione “I monti del Nibbio”, organizzeremo una gita in bici ad Ordona con visita guidata dell’area archeologica di Herdonia e, per quanti vorranno, pranzo ad ordona (Cicatelli al sugo di carne e Carne alla brace con contorno di pomodori e insalata) e successiva visita del paese.
il programma di massima è:
ritrovo alle 8.15 davanti alla villa comunale di foggia con partenza alle 8.30
arrivo ad ordona alle 10.30 e quindi visita degli scavi fino alle 12
ritorno a foggia per chi non desidera rimanere a pranzo 
per gli altri pranzo e dopo breve visita del paese
partenza alle 17.00 ed arrivo a foggia alle 18.30 (leggera discesa).
è possibile anche raggiungere ordona in treno e quindi proseguire la gita a piedi o con la bici al seguito.

partecipate numerosi.

read more »

settembre 3, 2011

Sabato 3 settembre, Critical Mass a Foggia

si ricorda che sabato 3 settembre, con partenza da piazza cavour (villa comunale – foggia) alle 18.30, si terrà una critical mass (passeggiata in bicicletta per le vie di foggia) organizzata dall’associazione studentesca link, da noi cicloamici e da molte altre associazioni. la critical mass è dedicata allo sviluppo ed alla mobilità sostenibile. segue l’appello. ovviamente è fondamentale essere numerosissimi.

 APPELLO PER UNO SVILUPPO
ED UNA MOBILITA’ SOSTENIBILE
Inceneritori, rifiuti, discariche abusive, trivellazioni, ecomafie: ormai non c’è giorno in cui nella nostra
provincia, ma più in generale in Puglia, non vengano diffuse notizie relative a disastri ambientali.
Questi primi otto mesi dell’anno sono stati davvero emblematici.
La città di Foggia è stata investita da una pesantissima emergenza ambientale causata dal mancato
smaltimento dei rifiuti solidi urbani, effetto diretto della disastrosa gestione (anche e soprattutto in termini
politici-economici) della Azienda municipalizzata A.M.I.CA., ormai sommersa da svariate decine di milioni
di euro di debiti.

read more »